I consigli di Laura

Michele teme per il Paese: cibo scadente e... Donald Trump che pensa "alla Berlusconi"...

16-03-2016

 

 

Cara Laura,  

sono un lettore della sua rubrica da quando vivo negli Stati Uniti. Ho una visione all'antica! Credo che la società moderna non riesce a produrre eccellenze come una volta quando si tratta del cibo! Tutto è prodotto come in una catena di montaggio. Con il risultato che le malattie croniche sono un problema serio in tutto il mondo!  I governanti locali sono ignoranti!! EPA USDA sono informatissimi ma non riescono a collaborare con il governo statale e locale! È tutta una grandissima burocrazia che ci costa moltissimo e produce poco! Gli unici che ne beneficiano sono gli avvocati e le industrie farmaceutiche .

Il guaio è che gli Americani credono che Donald Thrump possa risolvere i problemi! Il problema è che Donald la pensa come Berlusconi! Il vero e unico interesse è quello personale ! Ma quì la GENTE DORME ! Spero Che non ci si risvegli quando sia troppo tardi ! Io temo Che gli Stati Uniti facciano la stessa fine dell'Unione Sovietica se si continua a produrre mediocrità e non si ci sveglia a tempo! Ammiro molto l'Europa! Se si collabora abbiamo l'opportunità di guidare il mondo verso l'eccellenza! Si dovrebbe seguire la strategia di papa Francesco! Sinceramente, 

Michele G Papa

Caro Michele,

confesso che la sua lettera mi abbia confusa un po' Lei, come se niente fosse, passa dal cibo a... Donald Trump anche se capisco che... entrambi possono essere due problemi. Il primo, come lei dice, è prodotto in catena di montaggio e se non cambia mentalità si può fare ben poco. Il secondo, per il fatto che Trump parla sempre di risolvere i problemi del Paese ma non dice mai cosa farebbe per risolverli. A parte parlarne. E anche in questo caso se non si cambia mentalità... siamo belli e fritti, ritornando al cibo...

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648     

 

Il palinsesto di oggi