L'Articolo

Lazio, ostacolo Dinamo

03-08-2007

AMSTERDAM. Sarà la Dinamo Bucarest a contendere l'ingresso in Champions League alla Lazio. Andata il 15 agosto all'Olimpico, ritorno il 29 in Romania, anche se la società sta tentando di anticipare di un giorno la partita. Oggi si saprà la decisione ufficiale.

Un avversario che non ci voleva, almeno a sentire i laziali, soprattutto Delio Rossi che ha definito "non favorevole" il sorteggio di Nyon. In Olanda, dove la squadra si trova per partecipare all'Amsterdam Tournament, la notizia non è stata presa proprio benissimo. Al termine dell'allenamento Rocchi e compagni hanno saputo dell'avversario che dovranno affrontare e non ne sono rimasti particolarmente soddisfatti.

"Conosco la squadra di nome e so che tecnicamente è molto valida - ha detto Luciano Zauri, il capitano - con una buona esperienza a livello internazionale. Inoltre i giocatori dell'est sono forti sia fisicamente che tecnicamente e in questo momento sono più avanti nella preparazione perché il loro campionato è già iniziato. Ma è dalla fine del campionato che pensiamo a questo incontro e quindi siamo smaniosi di iniziare".

Il meno contento di tutti è Delio Rossi che ha sempre affermato di voler evitare formazioni dell'est perché arrivano a questi appuntamenti meglio preparate. "Le squadre dell'est sono molto tecniche - ha detto Rossi - e possono contare su parecchi giocatori. In ogni caso, ormai conosciamo il nostro avversario e dobbiamo preparare la sfida nel migliore dei modi".

Non vuole sbagliare nulla l'allenatore, anche perché è un appuntamento a cui tiene in particolar modo. Lui, allenatore di Rimini, non è mai stato in Europa e sta lavorando dall'inizio del ritiro con l'unico obiettivo di centrare la qualificazione in Champions. I rumeni hanno un attacco molto forte. Una squadra che gioca a memoria e che potrebbe mettere in difficoltà la Lazio.

"È una formazione quadrata e offensiva. Attenti a Zicu e grande concentrazione" è il consiglio di un ex laziale come Cristiano Bergodi che conosce molto bene la Dinamo, essendo da un anno allenatore del Rapid Bucarest.

Conclude Tommaso Rocchi che invece appare ottimista. "Sinceramente - ha detto l'attaccante - non ho mai pensato a quale club avremmo potuto affrontare perché considero valide tutte le formazioni impegnate. Sono due partite certamente difficili, indipendentemente da chi hai di fronte, due gare che vanno affrontate con determinazione e convinzione di potercela fare". "Le amichevoli finora disputate - ha aggiunto la punta - ci hanno aiutato a trovare la condizione giusta ma quella di Ferragosto la sento come una sfida nuova che può portarci alla Champions e che ha dunque un fascino tutto particolare. Credo che abbiamo i mezzi per superare questo ostacolo ma dovremo dare tutti il massimo".

Il palinsesto di oggi