Dal Mondo

I genitori della piccola Maddie per ora restano in Portogallo

di Francesco Cerri

08-09-2007

LISBONA. Dopo il colpo di scena che ha visto venerdì Kate e Gerry McCann, i genitori della piccola Maddie scomparsa in Algarve il 3 maggio scorso, dichiarati formalmente indagati, la polizia portoghese si prepara a portare avanti con vigore le indagini nella nuova direzione la settimana prossima. Dovrebbero essere sentiti nuovamente gli amici inglesi della coppia che si trovavano con loro in Algarve quattro mesi fa e non è escluso, secondo il quotidiano Journal de Noticias, che gli inquirenti si spostino in Inghilterra per interrogarli. I McCann hanno fatto sapere ieri da una persona a loro vicina che nei prossimi giorni intendono restare in Portogallo. Poi si vedrà. Certo la situazione a Praia da Luz per loro è radicalmente cambiata.

L'atmosfera di solidarietà che li circondava sembra dissolta. Kate venerdì è stata accolta con fischi e grida ostili da una piccola folla assiepata davanti al commissariato di Portimaio. I McCann, religiosi praticanti, ieri hanno preferito non recarsi alla messa del pomeriggio. Per ora non sono sottoposti ad alcuna misura restrittiva e possono anche andare all'estero, secondo il loro avvocato, informando solo la polizia se intendono lasciare Praia da Luz per più di cinque giorni. I McCann avevano previsto di tornare la settimana prossima nel Regno Unito, dopo Gerry, medico come la moglie, avrebbe dovuto riprendere il lavoro. Ieri i McCann sono rimasti in casa. Silenzio anche da parte degli inquirenti. Per cercare di capire che cosa sia successo nelle 23 ore in tutto di interrogatori separati subiti da Kate e Gerry negli ultimi due giorni ci sono solo la stampa popolare portoghese, e quella inglese, che riportano le presunte indiscrezioni dagli ambienti dell'inchiesta e le dichiarazioni di familiari e amici dei McCann. Tutti li difendono a spada tratta e rifiutano di credere al sospetto infamante che ora li colpisce: quello di avere in qualche modo provocato la morte accidentale di Maddie e di averne poi occultato il corpo.

Un totale rovesciamento di immagine per i McCann, diventati sospetti e presunti ‘cattivi' dopo essere assurti a fama mondiale in un ruolo di vittime e di ‘buoni' per la campagna mediatica senza precedenti lanciata per ritrovare Maddie, di cui denunciavano - come tuttora denunciano - il rapimento.

L'ipotesi più spesso attribuita dai quotidiani agli inquirenti è che Maddie possa essere morta per una dose eccessiva di sedativi e che i genitori ne abbiano poi fatto sparire - ancora non è chiaro come - il cadavere. Ma i punti oscuri in questa teoria sono ancora tanti.

Secondo Diario de Noticias, fra le altre ipotesi al vaglio degli inquirenti c'é quella che la piccola abbia potuto subire maltrattamenti. Qualche indicazione su cosa sia successo nel commissariato di Portimao venerdì è venuta dalla sorella di Gerry, Philomena McCann. "Hanno tentato di indurre Kate a confessare offrendole in cambio una riduzione di pena" ha detto a ITV News. "Se dici che hai ucciso Madeleine accidentalmente e che ti sei liberata del corpo possiamo garantirti una condanna a due anni di prigione o anche meno" è la frase riferita dalla sorella di Gerry: Kate, ha detto, "ha rifiutato sdegnata".

Secondo la sorella, "Gerry è disorientato e molto stanco". La mamma di Kate, Susdan Haley ha invece detto che la figlia "sta bene e sembra davvero forte". Secondo la portavoce della coppia Justine McGuinness invece i due McCann ora sono "scioccati, delusi, stanchi".

Il palinsesto di oggi