Cultura

Rai Fiction. Il cinema italiano invade New York

25-09-2007

ROMA. La fiction Rai sbarca a New York, con sei film tv protagonisti della Rai Italian Fiction Week, una rassegna organizzata dalla Rai insieme a tre Università (Columbia University, New York University e CUNY) e all'Istituto Italiano di Cultura, che si è aperta ieri all'Italian Academy della Columbia University con una lezione di Vittorio Storaro, vincitore di tre Oscar e autore della fotografia della miniserie "Caravaggio". Quindi è seguita la proiezione del film di Angelo Longoni.

Oggi, verrà presentato il film-tv "La Buona Battaglia" di Gianfranco Albano: la storia, ambientata nel 1944 a Roma sotto l'occupazione nazista, è incentrata sulla figura del sacerdote don Pietro Pappagallo, interpretato da Flavio Insinna, presente alla proiezione.

Mercoledì 26 due opere che affrontano il tema della mafia in Sicilia nel secondo ‘900: in mattinata, alla Casa Zerilli Marimò della NYU, il film-tv L'Ultimo dei Corleonesi; nel pomeriggio, all'Istituto Italiano di Cultura, il docudrama "Scacco al Re" sulla cattura di Bernardo Provenzano, con l'autore Claudio Canepari.

Giovedì 27 settembre, presso i CUNY TV Studios, toccherà al film-tv di Alfredo Peyretti "Joe Petrosino", introdotto da Andrea Purgatori, autore della sceneggiatura.

I film - in versione originale con sottotitoli in inglese - saranno presentati da Agostino Saccà, direttore di Rai Fiction, a New York per l'intera rassegna.

Domenica 30 settembre, al Tribeca Cinema, verrà proiettato Exodus di Gianluigi Calderone, sulla vita di Ada Sereni, la donna che organizzò il viaggio verso la Palestina di migliaia di ebrei europei sopravvissuti ai lager. La proiezione è organizzata in collaborazione con la Comunità ebraica di Roma ed è dedicata alla Comunità ebraica di New York e alle organizzazioni ebraiche internazionali.

Il palinsesto di oggi