L'Articolo

Gila torna all'Eurogol. Milan. Vittoria a San Siro e punti preziosissimi per la classifica di Champions

24-10-2007

MILANO. Almeno per ora, la nottata è passata in casa milanista. Ci voleva una squadra come gli ucraino-brasil-romeni dello Shakthar per restituire gioco, gol e sorrisi ai rossoneri. Vittoria a San Siro, finalmente, e punti preziosissimi per la classifica di Champions. Lo Shakhtar gioca, anche bene, ma lascia tanto giocare. E allora Gilardino non si è più sentito solo e incompreso, e ha potuto confermare con una bella doppietta di testa la ritrovata forma-gol già riapparsa contro la Lazio all'Olimpico. Non segnava in coppa, il Gila, dalla gara di ritorno col Manchester delle semifinali della scorsa stagione.
E poi, un'altra ancor più bella doppietta, quella di Seedorf nel secondo tempo, ad assicurare una vittoria che lo Shakhtar stava mettendo in discussione col gol del 2-1: gol di Lucarelli, osannato dai suoi tifosi livornesi mescolati agli ucraini. Gran bella partita di Seedorf, bella anche quella di Kakà, re del contropiede, se non fosse che il brasliano ha buttato via tre o quattro gol fatti, e anche in momenti decisivi. Menzione speciale per Kalac, sicuro e determinante in parecchi interventi.
Il Milan si è assicurato quasi subito una gara in discesa con Gilardino, ma non proprio subito. Prima, al 5' di gioco, il romeno Rat ha fatto correre un gran brivido ai rossoneri con un insidiosissimo rasoterra dalla distanza, che Kalac ha deviato in corner. La reazione rossonera è stata immediata, e subito ogni patema è svanito: conquistato un corner, il Milan è andato in gol al 6' grazie a Gila, bravo nell'approfittare della lentezza dei difensori centrali ucraini.
Lo Shakhtar ci ha provato subito a rispondere, facendo leva sulle avanzate dei suoi laterali: pericolosissimo di testa Lucarelli, bravo ancora Kalac a bloccare. Poi, una ventina di minuti di praterie aperte per il Milan. Tutto in avanti lo Shakthar a cercare il gol, pronti a partire in contropiede i rossoneri, che non chiedevano di meglio. Da un'azione di contropiede è venuto il corner sugli sviluppi del quale al 14' Gilardino è andato nuovamente in gol di testa (pessimo il difensore Kucher, che Lucescu ha subito sostituito).
Spettacolari le offensive di rimessa portate soprattutto da Seedorf e Kakà. Tre almeno le occasioni perdute dal Milan per andare ancora in gol, anche per la prontezza del portiere Pyatov che si è fatto perdonare un brutto inizio. Intorno alla mezz'ora il Milan ha cominciato a rilassasi un pò troppo, e lo Shakhtar ha preso subito in mano la situazione. Troppi gli errori difensivi dei rossoneri (di Oddo e Favalli, soprattutto), che hanno consentito agli avversari di continuare a premere e di portarsi in zona gol: occasioni per Lewandowsky, Brandao, Ilsinho e Lucarelli, sventate da Kalac, davvero bravo, e in parte dal terreno scivoloso per la pioggia. Kakà, a inizio ripresa, si mangia un ennesimo gol in contropiede per troppo altruismo verso Gilardino.
Errore grave, ed ennesimo segnale di scarsa lucidità complessiva del Milan, che su un rovesciamento di fronte subisce il gol: colpevole Oddo, che lascia palla a Brandao il cui tiro, respinto da Kalac, viene ribattuto in rete da Lucarelli. La partita si accende: il gioco è apertissimo, il Milan sciupa altre occasioni in contropiede, mentre lo Shakhtar va vicinissimo al pareggio al 15' con Ilsinho: Kalac, ancora una volta, salva la situazione.
Allora Kakà suona la sveglia, si lancia nell'ennesimo contropiede e colpisce quasi dalla linea di fondo il più incredibile dei pali, dopo che la palla ha passeggiato lungo la linea di porta. Hubschman la butta in angolo, e ancora dalla bandierina il Milan crea il gol della sospirata tranquillità, con un gran sinistro di Seedorf.
L'olandese si ripete di lì a pochi minuti, mettendo definitivamente al sicuro la vittoria milanista con una tremenda mezza girata da fuori area. Applausi a scena aperta per Gilardino, sostituito al 30' da Serginho. E nel finale Seedorf esagera nei preziosismi e si mangia un possibile, eccessivo quinto gol.

Il palinsesto di oggi