Le poesie

Il linguaggio delle mani

di Nino Del Duca

13-04-2008

Il linguaggio delle mani

Se io vi chiedessi a che servono ‘e mmane,
direste - giustamente - p'afferra'.
È una risposta naturale e logica,
ma ‘nu scienziato ca studia chesti ccose
(certa ggente nun tène a che penza'...)
Ce ha riflettuto ‘a coppa, ed ha concluso
che la loro funzione originaria
non era questa ( la prensilità
si è sviluppata dopo) e che le mani
in primo luogo servivano a parla'.

"Ma pe' parla' nuie già tenìmmo ‘a vocca"
obietterete.  Ma pure a ‘st'obiezione
lui ha opposto una risposta assai precisa.
" ‘A vocca nuie ‘a tenìmmo pe' mangia',
la parola e il linguaggio son venuti
sultanto appriesso, con l'evoluzione;
primma nuie nun sapèvamo parla'."

‘Stu prufessore, con argomenti validi,
spiega ca l'ommo, per comunicare
le sue intenzioni e le necessità
usava ‘e mmane, e che ai nostri giorni
nuie sapìmmo parla' meglio cu ‘e mmane
che con la bocca. A me me pare strano,
però a ‘stu tizio ll'ggia da' ragione;
l'ho notato pur'io che molta gente
aràp' ‘a vocca ma nun dice niente.
(Pensate per esempio a quei politici
che emettono fiumane di parole
senza mai dire niente di concreto,
parlando a vuoto, senza se spiega'.)

Turnàmmo a ‘stu scienziato, con le mani
-lui afferma- se pò ddi' qualunqua cosa,
anche i bambini (quelli piccolissimi)
ca sanno sulo di' "PAPÀ E MAMMÀ"
gesticolando se fànno capi' bbuono.

Con i gesti puoi esprimere amiciczia,
gioia, dolore, fame, sete, sonno...
Pure si stai fra gente furastiera
e nun capisci manco ‘na parola,
si t'aiuti cu ‘e mmane vaie ‘o sicuro,
riesci a spiegare le tue necessità.

Certo, pe' nuie italiani, ‘stu scienziato
ha ditto sulo cose risapute
da sempre.  - Per i gesti siam famosi...

Spiciamente per quello, un po' pesante,
che usiamo fare quando le parole
non bastano ad esprimere lo sdegno
che ci procura un interlocutore:

alzando un avambraccio (a pugno chiuso)
e stringendolo poi con l'altra mano,
riusciamo a dire, pure a bocca chiusa,
ma certamente in modo assai eloquente,
quel che pensiamo di chi ci reca offesa...
Sulo cu ‘e mmane, senza chiacchieria'.

Il palinsesto di oggi