La comunità

Festa di Sant'Antonio Abate. Celebrazioni in Sicilia e ad Astoria

26-06-2009

Come debitamente segnalato nel calendario, in Astoria (Queens) è in corso la "Festa di S.Antonio Abate", che originari ed oriundi di Castrofilippo (Agrigento) tengono ogni anno in onore del loro patrono, ininterrottamente dal 1967 a questa parte.

Salvatore Marino, presidente in carica, tiene a precisare che il sodalizio conta ben seicento famiglie tra i soci e più di sedicimila castrofilippesi risiedono nella "Tri-State Area" (N.Y.-N.J.-Ct.), e tutti fanno capo ad Astoria nella ricorrenza della festa annuale. Quest'anno, ci aveva anticipato al telefono, abbiamo qualcosa di speciale.

A celebrare la Messa in onore di S. Antonio Abate in Astoria sarà infatti un sacerdote di recente ordinazione,venuto appositamente dall'Italia, per una circostanza eccezionale.

La sagra tradizionale in corso viene celebrata per la prima volta nella stessa data sia in Sicilia che in Astoria. Ciò grazie ad una notiziola che dovrebbe restare segreta: un progetto di gemellaggio Astoria-Castrofilippo. 

D'altra parte, la circostanza è veramente eccezionale perchè l'ospite atteso, il rev. Luca Restivo, nato a Castrofilippo, è veramente speciale. Figlio di Angelo Restivo e Lia Spallina, due coniugi molto religiosi, a soli 10 anni entrò in seminario.

Proprio come S. Antonio di Padova che, figlio di famiglia benestante, nato a Lisbona, nel seminario di Lisbona cominciò la sua preparazione culurale e religiosa.

Don Luca Restivo, così come viene chiamato in Sicilia, in seminario fece le scuole medie, indi proseguì nel liceo pedagogico del seminario, passando nel 2000 agli studi universitari, con specializzazione in teologia sacra, localmente chiamato il baccelleriato, conseguito nel 2008. Esercita il ministero pastorale nella Chiesa Madre di San Biagio in Plastani (Agrigento).

S. Antonio Abate, teneva a far rilevare Don Luca Restivo, è patrono di Castrofilippo sin dalla fondazione del paese, che risale intorno al 1550, inizi del 1600. S. Antonio Abate, com'è noto,   nato nel 251, morto nel 356 dopo Cristo, è stato il fondatore del monasticismo, in Egitto; in Europa imitato da S.Benedetto da Norcia (480-547 d.C.) 

Don Luca, venuto in Usa per la prima volta, ha avuto modo di visitare Manhattan ed un po' gli altri "boroughs"; con Salvatore Marino, presidente della "Castrofilippo", conta di andare a visitare prima di ripartire per l'Italia il Museo dell'Emigrante, Governors Island, Ellis Island, Bedloe's Island con Lady Libert, Ground Zero.

È stato già a Washington, in corriera con dirigenti e soci della "Castrofilippo", e qui ha visitato tutti i siti e gli edifici storici, il Cimitero Nazionale dove riposa John Fitzgerald Kennedy, e così via. Carenza di spazio ci vieta di segnalare dell'altro; in ogni caso, quanto alla celebrazione in corso in Astoria basta per informare i lettori quanto accennato in calendario.

La celebrazione della Messa in onore di S. Antonio Abate verrà fatta nella Chiesa di San Francesco d'Assisi, con inizio alle 4 pomeridiane. Verrà benedetto, com'è d'uso, il pane, che verrà poi distribuito; dopo avverrà la processione con la statua del santo. Il rito verrà celebrato in italiano da Don Luca Restivo.

Don Luca, nell'imminenza del rientro in Italia, martedì 1 luglio celebrerà alle 7,30 di sera un'altra Messa nella sede del sodalizio, che si trova al n.40-11 Ditmars Boulevard, dove viene custodita la statua del santo tutto l'anno.

Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno cercare di raggiungere Salvatore Marino chiamandolo al n. (917) 468-2980.

 

Il palinsesto di oggi