Dagli USA

L'italiano di moda a New York e negli USA

17-04-2012

Imparare l'italiano è cool, è di moda a New York e in tutti gli Stati Uniti. Lo sanno le famiglie e gli studenti americani che sempre più spesso scelgono l'italiano come lingua straniera da studiare a scuola. E lo ribadisce l'Italian American Committee on education (IACE) promuovendo una serie di iniziative per mostrare che l'italiano è una lingua non solo piacevole, ma anche utile in molti campi: nell'arte e in cucina, ovviamente, ma anche nell'alta tecnologia e nel design industriale.

Lo IACE è un ente non profit, sotto la guida del Presidente Berardo Paradiso, del suo consiglio di amminstrazione, l'egida del ministero degli Esteri, dell'Ambasciata italiana a Washington, del Consolato generale di NYC, ha la missione di promuovere lo studio dell'italiano nelle scuole americane dei tre stati di New York, New Jersey e Connecticut; opera con fondi in parte governativi e in parte privati, coinvolgendo circa 100 scuole e 42 mila studenti. www.iacelanguage.org

Queste le nuovissime iniziative al via, riservate agli studenti che frequentato i corsi supportati dallo IACE. È da notare che gran parte degli studenti non sono italo-americani: vengono da tutte le razze e culture, molti da quartieri non privilegiati, come Harlem e il Bronx.

Ferrari - Il 24 aprile un primo gruppo di studenti di 15-17 anni andrà a visitare lo show room di Park avenue: imparerà la storia della casa automobilistica italiana come esempio dell'eccellenza del made in Italy in campo industriale e tecnologico, guardando un video sulla sua fabbrica, osservando i motori e le auto in mostra, interagendo al computer dove si può "creare" online l'auto dei propri sogni.

Eataly - La scuola di cucina di Lidia Bastianich, appena inaugurata, sarà partner dello IACE a partire dall'anno accademico 2012-2013. Due volte al mese ospiterà studenti delle elementari e della scuola superiore che faranno prima un tour guidato del "mercato" per imparare a conoscere gli ingredienti e l'importanza della loro freschezza; guarderanno come sono fatti in loco il pane, la mozzarella e altri prodotti tipici; potranno assaggiarli; e poi nell'aula con cucina impareranno a preparare un pasto semplice, come la pasta al pomodoro. Eataly è la terza destinazione turistica di New York dopo l'Empire State Building e il Metropolitan Museum.

The International Culinary Center (ICC) a Soho - Il 23 e il 30 aprile continuano le lezioni del ciclo "Mangia Sano & Parla Italiano", iniziato il 6 marzo e che proseguirà il prossimo anno scolastico 2012-2013, rivolto a ragazzi delle medie inferiori. A insegnare sono gli chef della School of Italian Studies dell'ICC, di cui è rettore Cesare Casella, uno degli chef italiani più famosi negli Stati uniti. Il ciclo è sponsorizzato da Barilla. Per ogni lezione, 70 diversi studenti imparano a cucinare due piatti di pasta - una secca e una fresca -, aiutano lo chef/maestro a preparare i piatti, imparano l'ABC dell'italiano in cucina e l'importanza degli ingredienti freschi per una dieta sana.

"Tutti all'Opera!" - Il 19-20 aprile va in scena "La Traviata" di Verdi e il 10-11 maggio "Gianni Schicchi" di Puccini al DiCapo Opera theatre (184 East 76th street).

È un programma che ogni anno porta migliaia di studenti ad assistere a una versione ridotta dei più importanti capolavori del repertorio italiano, dopo aver studiato in classe la trama; il direttore del teatro Michael Capasso aiuta il giovane pubblico a seguire lo spettacolo e alla fine c'è una sezione di domande/risposte con i cantanti/attori.

Questo maggio, infine, ripartono gli esami dell'Advanced Placement (AP) Program in Italian Language and Culture, che erano stati cancellati due anni fa dalle autorità scolastiche americane per mancanza di fondi. Grazie agli sforzi dell'Ambasciata italiana a Washington, DC, del Consolato generale di NYC, dello IACE e di tutta la comunità italiana e italo-americana negli Usa, i corsi AP sono stati reintrodotti nell'anno accademico 2011-2012. Chi supera con profitto gli esami guadagna crediti per il college, dove l'italiano è una delle lingue più popolari. Secondo l'Institute of International Education, l'Italia è il primo Paese non di lingua inglese come meta degli universitari americani per un periodo di studio all'estero.

Per ulteriori informazioni:

IACE - 686 Park Avenue LL New York NY 10065 tel. 212 772 8755

www.iacelanguage.org

Il palinsesto di oggi