La città

Chelsea. La "due giorni vegetariana"

14-03-2015

 

Per un fine settimana New York diventa ‘vegetarianà. Sono i giorni dell'Nyc Vegetarian Food Festival (14 e 15 marzo), alla sua quinta edizione, in cui si celebrano alimentazioni e stili di vita che mettono al bando le carni di qualsiasi animale.

Il festival è un'occasione per aprire una discussione sull'importanza delle piante non solo per una sana e gustosa alimentazione ma anche appunto per il benessere quotidiano. È un palcoscenico inoltre per quella che è diventata una vera e propria scuola di cucina e che comprende chef, venditori e artisti in senso largo accomunati da un denominatore: la passione per il vegetarianismo.

Durante i due giorni al Metropolitan Pavilion a Chelsea ci saranno dimostrazioni live di celebrità come Fran Costigan, la regina dei dolci ‘vegan' e Chloe Coscarelli star dello show di Food Network ‘Cupcake Wars' nonché prima chef vegan a vincere una competizione culinaria in tivvù.

"Il festival è stato creato - ha detto Sarah Gross, tra le fondatrici - per far conoscere la varietà, l'umanità e la prelibatezza di uno stile di vita all'insegna delle piante. Una consapevolezza che si sta diffondendo sempre di più come anche dimostrato dal numero sempre maggiore di partecipanti. New York inoltre è tra le prime cinque città per i vegetariani".

Secondo il sito ‘Statistic Brain', negli Stati Uniti la città più a misura di vegetariani è Portland in Oregon, seguita da Seattle nello Stato di Washington, San Francisco in California, New York e Atlanta in Georgia. Sorprendentemente tra le prime dieci c'è una città come Austin in Texas, uno stato famoso per le sue bistecche e Bar-b-Que.

La classifica è stata stilata in base al numero di ristoranti vegetariani. "Il numero di americani vegetariani - continua la Gross - ha superato i sette milioni, mentre i vegani sono un milione. La percentuale maggiore è tra le donne (59%) mentre gli uomini sono al 41%, la fascia di età va dai 18 ai 34 anni seguita da quella che va dai 35 ai 54".

I motivi che spingono al vegetarianismo sono diversi. Sempre secondo Statistic Brain al primo posto c'è il benessere degli animali, seguito dal miglioramento dello stato di salute, la preoccupazione per l'ambiente, un approccio naturale al benessere, la perdita di peso e il mantenimento della forma fisica.

Tra le novità di quest'anno per il Nyc Vegetarian Food Festival, ci sono una cena pre-festival, rigorosamente vegetariana, e una sezione dedicata ai più piccoli in cui attraverso il gioco, ed in linea con le campagne salutiste della First Lady Michelle Obama, si cercherà di fargli capire l'importanza di un'alimentazione ricca di frutta e verdura.

 

Il palinsesto di oggi