La città

Brooklyn. Incendio uccide 7 bambini

di Riccardo Chioni

22-03-2015

"Una incredibile tragedia" ha ancora detto de Blasio all'uscita dalla casa al 3371 Bedford Avenue nel rione di Midwood. "È inimmaginabile ciò che si può vedere là dentro. Era la casa di una numerosa e forte famiglia ed ora, è stata spazzata via. Ventiquattr'ore fa era intatta ed ora si contano tante perdite e due persone che lottano contro la morte" ha detto mestamente de Blasio.


 

Il sindaco Bill de Blasio ieri mattina ha effettuato un sopralluogo a quel che resta della casa di mattoni a due piani a Bedford Avenue a Brooklyn dove poco dopo la mezzanotte di venedì in un drammatico incendio hanno perso la vita sette bambini, mentre la madre e un'altra figlia sono ricoverate in condizioni disperate. "Una incredibile tragedia" ha detto de Blasio all'uscita dalla casa al 3371 Bedford Avenue nel rione di Midwood.

"È inimmaginabile ciò che si può vedere là dentro. Era la casa di una numerosa e forte famiglia ed ora, è stata spazzata via. Ventiquattr'ore fa era intatta ed ora si contano tante perdite e due persone che lottano contro la morte" ha detto mestamente de Blasio.

La tragedia si è consumata - sembra - per uno scaldavivande acceso prima del tramonto nella cucina della famiglia di religione ebraica ultraortodossa nel giorno dello Shabbat, che mezz'ora dopo la mezzanotte di ieri per un malfunzionamento ha fatto scattare la scintilla che ha provocato il rogo. "È un giorno in cui queste famiglie non possono utilizzare forno o fornelli della cucina" ha spiegato il commissioner del Nyfd Daniel Nigro, il quale ha precisato che sia al primo, che al secondo piano, non c'era presenza di smoke detector e che l'unico funzionante si trovava nel seminterrato.

"È la più grave tragedia del genere a New York negli ultimi sette anni" ha detto un provato capo dei pompieri, riferendosi alla tragedia avvenuta nel 2007 nel Bronx, dove in una casa senza smoke detector sono morti nell'incendio 9 bambini di due famiglie.

Le fiamme hanno sorpreso le vittime, 4 femmine e tre maschi, nel sonno: Yakob di 5 anni, Sarah di 6, Moshe di 8, Yeshua di 10, Rivkah di 11, David di 12 ed Eliane di 16, mentre la madre Gayle Sassoon di 45 anni e la figlia Tzipara di 14 si sono gettate nel vuoto dal secondo piano sul fronte dell'abitazione. Una delle piccole vittime era già morta quando i vigili del fuoco intervenuti in un centinaio sono riusciti a raggiungere la sua cameretta, gli altri sono stati ricoverati in diversi ospedali, ma sono deceduti dopo il ricovero al pronto soccorso.

La madre invece è stata trasferita al Jacobi Hospital nel Bronx, la figlia sopravissuta è stata portata allo Staten Island University Hospital North ed entrambe versano in condizioni disperate a causa di ustioni, intossicazione da fumo e fratture ossee. Le 5 camere da letto dove le vittime hanno trovato la morte si trovavano invece sul retro della casa che è stata consumata in breve dalle fiamme.

Il capofamiglia si trovava fuori città per una conferenza e ieri si è recato sul luogo della tragedia, senza pronunciare una parola, in un mesto pelleginaggio.

Il vicino di casa della famiglia distrutta, Andrew Rosenblatt ha riferito di avere chiamato il 911 per le fiamme 23 minuti dopo la mezzanotte e il capo del Fdny ha precisato che i suoi uomini hanno impiegato 3 minuti e 25 secondi per giungere sul luogo dove le fiamme stavano divorando la casa, impedendo il salvataggio dei bambini rimasti intrappolati.

"Trovarsi una casa piena di bambini che non puoi rianimare. Sono sicuro che lascerà il segno sui nostri membri per molto tempo" ha aggiunto il capo del Fdny Daniel Nigro. "Ogni newyorkese oggi soffre per il dolore e devo dire ai miei concittadini che è una situazione veramente penosa per i membri del Fdny arrivati qui per salvare la gente ed hanno constatato che tante vite erano già perse" ha concluso il sindaco.

Secondo quanto riferito da vicini, la famiglia di Gayle Sassoon e marito si era trasferita a Brooklyn da Israele soltanto recentemente. Hanno raccontato della terrificante scena a cui hanno assistito, prima che giungessero i soccorritori, con le urla di aiuto dei bambini intrappolati che facevano raggelare.

 

 

Il palinsesto di oggi