I consigli di Laura

L'America innamorata dei "non politici" Un presidente imprenditore?

16-09-2015

Cara Laura,

andiamo proprio bene. L'America sta diventando come l'Italia. E chissà se anche qui succederà, come è successo da noi, che venga eletto un presidente "non politico" che di conseguenza non capisce nulla.

Ovviamente mi sto riferendo al candidato-pagliaccio (ci ricorda qualcuno?) Trump. E francamente non posso credere che abbia la percentuale di preferenze più alta rispetto agli altri. Spero solo che le cose in seguito cambino e che la gente si rinsavisca. Se non succedesse allora ben venga il detto.... A ciascuno il suo. Alias, ogni Paese ha il presidente che si merita. Laura cara, i miei saluti più caldi e l'augurio di andare avanti alla grande con la sua rubrica. Con affetto,

Giulio

Caro Giulio,

purtroppo ha ragione e anche io spero che alla fine la gente capisca veramente come stanno le cose. Francamente non accetto questa nuova moda del "non politico". Qui tutti stanno impazzendo per i "non politici" e m i chiedo che senso abbia tutto ciò. Io credo che per fare il presidente, e per questo qualsiasi carica che abbia a che fare con la politica, sia necessario eleggere, appunto, un politico. Una persona che abbia esperienza e sappia quello che sta facendo. Ricambio i suoi saluti.


* * *

Cara Laura,

mai e poi mai avrei pensato di vedere l'America alle prese con un altro... Berlusconi... in quanto se veramente (ma non lo credo) Trump venisse eletto presidente, succederebbe tutto quello che è successo in Italia quando Berlusconi è diventato presidente del Consiglio. Mi chiedo: perché non fanno fare i politici ai... politici? Temo che l'America stia prendendo una brutta piega. Speriamo sia solo un momento passeggero. Saluti cari,

Enzo

Caro Enzo,

speriamo veramente che sia un momento passeggero.


Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

 

Il palinsesto di oggi