Cultura

Dieci classici al MoMA: L'onda dei film italiani

24-11-2015

 

 

NEW YORK. Da Garrone a Moretti, da Bellocchio a Crialese: nella prestigiosa library del MoMA di New York entreranno tra pochi giorni 10 film italiani considerati capolavori d'arte, 10 titoli coprodotti da Rai Cinema. 

La selezione di autori contemporanei, apprezzati e premiati in Italia e all'estero, entra a far parte della collezione permanente del Museum of Modern Art. Si tratta del "Racconto dei racconti" di Matteo Garrone, "Le Meraviglie" di Alice Rohrwacher, "Sacro Gra" di Gianfranco Rosi, "Cesare deve morire" di Paolo e Vittorio Taviani, "Terraferma" di Emanuele Crialese, "Gomorra" di Matteo Garrone, "Le chiavi di Casa" di Gainni Amelio, "Buongiorno, Notte" di Marco Bellocchio, "Il Mestiere delle Armi" di Ermanno Olmi e "La Stanza del figlio" di Nanni Moretti. 

‘'Il nostro cinema italiano - ha detto l'amministratore delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco presentando a Roma l'accordo - vive un momento felice all'estero, con film anche piccoli che vanno in decine di festival ricevendo applausi e premi. L'iniziativa con il MoMA ci riempie d'orgoglio: tutto nasce dall'incontro e dall'interesse riscontrato da Roy Rajendra, il capo del dipartimento cinematografico del museo, poi noi abbiamo proposto una selezione e loro hanno stilato la lista definitiva''. 

Per Del Brocco ‘'il prossimo obiettivo concreto dovrà essere organizzare sistematicamente il nostro cinema italiano all'estero con un coordinamento forte, aziende che già lavorano sull'estero, provando a fare un piano strategico sulla produzione culturale all'estero. Qualcosa si sta muovendo anche se a monte, seppure tutti d'accordo nella valorizzazione e internazionalizzazione del nostro cinema, c'è il tema degli investimenti e della volontà concreta di fare di più''. 

E proprio al Museo dell'arte moderna di New York il 4 dicembre comincerà la rassegna Italian Film, 21st-Century Style: "A tribute to Rai Cinema", con la proiezione tra l'altro per la prima volta negli Stati Uniti del Racconto dei Racconti, che comincia così il suo viaggio americano alla presenza dello stesso Garrone. La stessa Rai Cinema organizza inoltre da sabato 5 dicembre a martedì 8 altri tre eventi per promuovere e valorizzare l'immagine della creatività e dell'identità italiana attraverso il nostro cinema: un libro fotografico (edito da Rai Eri) con le immagini più belle dei 10 film selezionati, la proiezione di Non essere cattivo di Claudio Caligari nell'ambito della campagna di promozione per la corsa all'Oscar nella categoria miglior film straniero, alla presenza del produttore del film Valerio Mastandrea, la proiezione del documentario, realizzato da Rai Cinema e Libera, "Sono cosa nostra" di Simone Aleandri e la proiezione del documentario Esuli - Le Guerre di Barbara Cupisti. Partner degli eventi oltre al consolato italiano e istituto italiano di cultura di New York è Cinecittà Studios che con Cinecittà Digital Factory ha lavorato a 5 dei 10 titoli che entrano nella collezione permanente del MoMA.

NEW YORK UNIVERSITY

Gli omaggi a Mario Martone e ai successi dell'animazione napoletana e della factory Mad, saranno invece al centro della XII edizione del 41 Parallelo che si svolgerà alla New York University il 30 novembre e il 7 dicembre, e proporrà anche quest'anno i film vincitori del Napolifilmfestival nelle sezioni del concorso SchermoNapoli 2015. I premiati 2015 sono: migliore attrice Giusy Lodi, per Bellissima di Capitani, miglior attore Gianfelice Imparato, per La Smorfia di Palamara, miglior corto, Teatro di Ivan Ruiz Flores, e miglior documentario, "Costellazioni" di Luigi Cuomo. 

Il 30 novembre alla Casa Italiana Zerilli-Marimò (24 West 12th Street ~ New York, NY 10011) saranno celebrati i 20 anni del film, inedito negli USA, "L'Amore molesto" di Martone, tratto dal romanzo di Elena Ferrante, scrittrice molto popolare negli Usa. Verrà presentato inoltre l'ultimo lavoro del regista napoletano, "Pastorale cilentana". 

Il 7 dicembre, invece, sarà l'occasione per festeggiare il successo della casa di produzione MAD Entertainment, nuova factory di punta dei film di animazione italiani che ha generato un rilancio delle produzioni in Campania: saranno infatti presentati i migliori cortometraggi animati presentati al festival 2015 (il vincitore è Facing off di Maria di Razza) oltre tre opere provenienti dalla factory MAD o ad essa legate: il film "L'arte della Felicità" di Alessandro Rak, che ha vinto il premio EFA 2014, l'Oscar europeo, la "Cantata dei pastori" di Nicola Basile e "Mezzanotte" dei segni di Marino Guarnieri. ‘'Un'ulteriore occasione - spiega Mario Violini direttore del Napolifilmfestival - per dimostrare, all'altro lato del parallelo che accomuna Napoli a New York, la ricchezza culturale e creativa degli operatori della nostra regione nell'ambito cinematografico, nonostante le estreme difficoltà in cui il settore si dibatte da tempo per gli scarsi sostegni economici e normativi''.

Il palinsesto di oggi