I consigli di Laura

La "filosofia" del professor Mancia

29-12-2015

 

Cara Laura,

io credo che capiti a tutti quelli che abbiano superato una certa età che la  mente li porti indietro nel tempo immergendoli di tantissimi ricordi. Io non faccio eccezione.

Nel 1950 frequentavo la terza elementare e voglio premettere che a quel tempo non esistevano gli elettrodomestici, nè la televisione o i telefonini e i video giochi. Eravamo liberi, la nostra mente assorbiva tutto in modo rapido e con interesse. Il mio professore era giovanissimo, si chiamava Mancia e ricordo ancora la sua voce gentile, pacata e appassionata. Un giorno ci disse: "Ragazzi, oggi parliamo di scienze. Il pianeta sul quale viviamo si chiama Terra e in questo pianeta ci sono due regni: il regno vegetale e il regno animale del quale noi facciamo parte. Ci distinguiamo dagli altri animali non solo per la nostra composizione fisica, ma anche per il fatto che siamo più intelligenti. Ogni animale ha la sua composizione fisica e la sua intelligenza. Abbiamo animali erbivori, domestici, carnivori che sono considerati feroci e pericolosi ma l'animale più pericoloso siamo noi, l'essere umano. L'intelligenza ci dà la furbizia e per questo siamo ingannevoli, a volte odiosi e con molti difetti. In ognuno di noi c'è la parte animalesca del nostro carattere. Se in noi c'è la pecora siamo buoni e facile preda. Se abbiamo la volpe siamo furbi e previgenti ma possiamo anche essere ingannati da quelli più furbi di noi. Se ci comportiamo bene saremo riconosciuti come benefattori e saremo rispettati. Se ci comportiamo male saremo odiati e maledetti".

Laura, sono passati tantissimi anni da allora e ho fatto molta esperienza di vita ma devo dire che la filosofia del professore Mancia è impeccabile e attualissima. Se la approfondiamo attentamente ci sentiamo più liberi. Dobbiamo liberarci dalle superstizioni, dai ciarlatani, dagli ambigui, dagli ipocriti. Facciamo tutti parte del regno animale, siamo uguali e tutti abbiamo un inizio e una fine. Questa è la porta che voleva aprirci il professore Mancia. Una vita piena di insidie e di inganni per cui dobbiamo essere sospettosi e non ingenui. Buon anno e cordiali saluti,

Lorenzo Romano

Caro Lorenzo,

ha ragione, la filosofia del suo professore non fa una grinza. Buon anno anche a lei.  

Scrivete a: Laura, c/o America Oggi,

475 Walnut Street, Norwood, N.J., 07648

Il palinsesto di oggi