Sport

Nazionale. Balletto per la panchina azzurra

18-05-2016

 

ROMA. Vincenzo Montella, confermato alla guida della Sampdoria, esce dalla rosa dei papabili per il posto da nuovo Ct della Nazionale per il quale si fa sempre più strada il nome dell'attuale tecnico del Torino Giampiero Ventura. E in attesa dell'ufficialità del nuovo commissario tecnico, Carlo Tavecchio ha teso la mano a Marcello Lippi e attende se l'allenatore toscano la stringerà. 

"Faremo belle cose" sono state le parole che il presidente della Figc si è lasciato sfuggire, rispondendo a gli chiedeva se fosse riuscito a convincere l'ex commissario tecnico a tornare in Federcalcio con l'incarico di Direttore tecnico delle Nazionali azzurre. 

Nell'incontro di lunedì sera al viareggino è stato offerto un ruolo da coordinatore ed armonizzatore tra le varie rappresentative, senza potere di intervento decisionale sul futuro selezionatore di quella maggiore. I segnali sono positivi, ma finché l'accordo non sarà trasferito dalle parole ai fatti bisogna attendere. 

Intanto si sfoglia la margherita sul successore di Antonio Conte, che lascerà la guida degli Azzurri dopo Euro 2016. Di nomi ne sono circolati molti, dal possibile ritorno di Roberto Donadoni a Fabio Capello, ma al momento in lizza oltre a Ventura, restano Gianni De Biasi (attuale tecnico dell'Albania, sotto la sua guida approdata per la prima volta all'Europeo) e Gian Piero Gasperini. Per Ventura, 68 anni, sarebbe il coronamento di una carriera di lungo corso e già ricca di soddisfazioni. 

Dell'allenatore del Torino è piaciuta la brillantezza del gioco espresso dai granata. Ed anche la lunga l'esperienza maturata, partendo dalle categorie minori. L'ultima stagione non è stata facile, ma questo non scalfisce la stima di cui gode in Federcalcio per le sue qualità umane primàancora che tecniche. Il Toro non farebbe problemi e se arrivasse la chiamata Ventura avrebbe il via libera di Cairo. 

Sulla stessa scia, cioè di un tecnico collaudato, proveniente dalla serie A, si colloca il nome di Gasperini, 58 anni. Traghettato il Genoa verso una tranquilla salvezza, lui considera conclusa la sua esperienza in Liguria. Non è però da sottovalutare l'opzione De Biasi. Il primo, 60 anni il prossimo 16 giugno, è uscito dal calcio italiano in sordina ed ha accumulato un'importante esperienza internazionale. 

Fino al capolavoro con l'Albania che allena dal 2011. Il suo contratto scade nel 2017, ma con l'accordo che davanti ad una proposta irrinunciabile (vedi l'Azzurro) potrà salutare il Paese delle Aquile in anticipo.

Il palinsesto di oggi