Le poesie

La neve

di Nino Del Duca

04-01-2009

" ‘O no', ‘e ch'è fatt' ‘a neve?" - " È fatta d'acqua"
" E l'acqua cumme fà p' essere neve?"
"Succère ‘ncielo - Friddo, viento e ‘e nuvole
se mmèscano tra loro in modo tale
ca l'acqua cambia stato e se fà bianca.

Po' scenne lievemente sulla terra,
cummoglie con un manto immacolato
tutte le cose, ‘e ffà pare' cchiù belle
(pure ‘a munnezza, ca resta annascunnùta)
e ‘o munno pare nuovo, si trasforma
in un luogo da favola incantato"

"E allora, ‘o no', pe' te è ‘na cosa bella?
Papà, invece, s'è mmiso a ghiastemma'
e ha ditto ca ‘sta neve è ‘na schifezza,
pecchè po' ìsso l'hadda i' a spala'!"

"Guaglio', te l'àggio ditto cchiù ‘e ‘na vota
che tutto nella vita è relativo,
ogni cosa ha i suoi lati, brutti e belli
e pure ‘a neve, a cièrte dà fastidio
e ad altri, e pure a me, le fà pensa'
che l'uomo, ‘o munno d'oggi, s'è esaltato,
sopra ogne cosa vulesse cumanna'.

Programma, stabilisce, e, ‘ncap' a ìsso,
pensa che il suo volere sia importante,
senza capi' che è solo un'illusione
ca ce vo' poco e niente p' ‘a cagna'.

Certo è stato capace d' arrangiarsi,
ha fatto cose ca fanno strabilia',
tenìmm' ‘a luce, l'acqua dint' ‘e ccase,
telefono, ascensore, ‘o ggas, ‘e tramme...
campàmme mmièze a ogni comodità.

Nel nostro orgoglio ci sentiamo fieri
delle nostre conquiste, e ce scurdammo
che negli schemi immensi d' ‘a Natura,
nuie nun cuntàmme, sìmme nullità.

Vide? È abbastata ‘na tempesta ‘e neve
pe' sconvolgere ‘a vita ‘e ‘sta città.

"  ‘O no', chistu discorso è troppo triste,
allora ch'èssa fa' l'umanità,
s'èss' avvili' pe' bbìa ca cade ‘a neve?
Tu stesso dici che la vita è bella
e che bisogna viverla sperando
pecchè ‘o sole dimane turnarra'!"

"Hai ragione - Volevo solo dirti
che la Natura nun s'àdda maltratta',
l'uomo, manipolando a scopo suio
chello che invece avèssa rispetta',
La offende, e Lei si vendica e ci avverte
ca si continuàmmo a travisarLa
senza ritegno, ce pò zuffunna'".

Il palinsesto di oggi